CONTESTAZIONE CONTRATTO - gennaio 2008

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

CONTESTAZIONE CONTRATTO - gennaio 2008

Messaggio Da federica sorba il Dom 25 Gen 2009, 16:58

LETTERA DI CONTESTAZIONE DEL CONTRATTO firmata da 219 rilevatori


Oggetto: situazione della Rete Fol

Roma 21 gennaio 2008

Alla luce di quanto avvenuto, soprattutto negli ultimi mesi ci vediamo costretti, con la presente, a denunciare la grave situazione in cui versa la Rete di rilevazione FOL.
Dal 2005 la Rete ogni anno, senza una apposita previsione normativa non può svolgere la sua attività.
Per questo motivo, delineandosi una situazione provvisoria, la Rete non ha trovato, ancora una sua collocazione definitiva o all’interno o all’esterno dell’Istat.
I rilevatori, pertanto sono costretti ad accettare ogni anno un contratto di collaborazione coordinata e continuativa, per giunta a cottimo.
Ciò è intollerabile e dal nostro punto di vista illecito in quanto le norme che disciplinano le assunzioni nelle P.A., consentono l’utilizzo di queste tipologie contrattuali solo se ricorrono requisiti tassativamente previsti .
Tali requisiti sono:
temporaneità dell’attività
straordinarietà dell’attività
alta specializzazione

L’indagine FOL, per sua natura e per espresse previsioni normative del nostro ordinamento e di quello Comunitario, è continua , indispensabile e ordinaria.
Invece siamo rimasti indignati nello scoprire che nel contratto appena sottoscritto, questa indagine viene definita “progetto”.
Riteniamo inoltre offensivo che il contratto per il 2008 :

- abbia previsto un aumento irrisorio di Euro 1,50,

- sia stato fatto firmare a decorrere dal 14 gennaio, non permettendoci così, di avere il tempo necessario per conseguire uno stipendio il più possibile dignitoso, nonostante avessimo un carico di interviste da evadere in questi giorni, e di rientrare senza incertezze nei requisiti temporali previsti dalla Finanziaria per accedere al percorso di stabilizzazione,

- presenti la forte contraddizione tra la descrizione del nostro lavoro come lavoro “svolto in piena autonomia e senza impiego di mezzi organizzati”, e l’irrigidimento dell’allegato tecnico che impone il rispetto di regole sempre più stringenti, che non sono certo prerogativa di un lavoro autonomo o parasubordinato. Questo irrigidimento ci dà invece la misura della reale esigenza dell’Istituto, che è quella di contare su un personale subordinato.

Pertanto chiediamo all’Amministrazione chiarezza sulla collocazione definitiva della Rete e cioè o interna all’Istat come avviene negli altri istituti statistici della Comunità Europea, o esterna con la costituzione della società a partecipazione pubblica come previsto dalla norma e il superamento quindi, della situazione provvisoria e assolutamente insostenibile che viviamo dal 2005.
Nel caso in cui non si costituisca la società, come del resto è avvenuto negli ultimi due anni, chiediamo che, essendo chiaro e inconfutabile che la Rete di Rilevazione FOL rappresenta un fabbisogno dell’Istat, venga predisposto il piano di assunzioni a tempo indeterminato come previsto dalla Finanziaria.
La sua mancata attuazione sarà da noi valutata come esclusione dal percorso di stabilizzazioni e quindi come violazione di un diritto soggettivo che siamo pronti a tutelare nelle sedi opportune.
Cordiali saluti.
avatar
federica sorba
Admin

Messaggi : 422
Data d'iscrizione : 13.01.09
Età : 42
Località : Piemonte

Vedi il profilo dell'utente http://retefol.forumattivo.com

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum